COMUNICATO STAMPA
Oggetto:
Mostra e tavola rotonda sul workshop di Stalker – ON Trac>k< barilonga.Usi,abusi, ri-usi, dis-usi del territorio. Verso una nuova visione urbana oltrecittà
Ente promotore:
Comune di Bari, Assessorato alla Pubblica Istruzione e Assessorato alle Culture. Provincia di Bari, Assessorato alle risorse del mare, Regione Puglia,Assessorato al Mediterraneo.
Sede:
Acquario Provinciale, Lega navale italiana, Fipsas, presso il molo Pizzoli, Porto di Bari
Inaugurazione:
sabato 13 gennaio. Apertura mostra ore 10; incontro/tavola rotonda ore 11-13,30; rinfresco ore 13,30
Durata mostra:
fino al 20 gennaio
(prevista durata di 2 mesi)
Orari:
10-13, il martedì e il giovedì 10-13::15-18
Info:
http://www.stalkerlab.org/barilonga
infobarilonga@stalkerlab.org,


Sabato 13 gennaio, dalle ore 10, il collettivo Stalker e il costituito Osservatorio nomade barese/ Trac>k<, col contributo dell’Assessorato alle risorse del mare della Provincia, presenta nel Porto di Bari gli esiti del workshop organizzato dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione del Comune di Bari nell’ambito della rassegna “Premio Gap”
( curata da Lia De Venere, Marilena Di Tursi e Antonella Marino col sostegno dell’ Assessorato comunale alle Culture e in collaborazione con l’Assessorato alla cultura della Provincia e le Accademie di Belle Arti di Bari e Lecce). Per quattro giorni, dal 12 al 15 ottobre, Lorenzo Romito, Pia Livia e Ketty Di Tardo,Roberto Dell’Orco,Valentina Vetturi, Massimo
Izzi, Antonio Porta, Nico Angiuli, Pasquale Carucci, Daniele Coi, Michele Loiacono e Alessandra Giannandrea hanno portato avanti una ricognizione lungo la linea di costa da Barletta a Punta Perotti, accompagnando l'andare a piedi
con sguardi dal mare, grazie all'appoggio degli uomini e delle barche della Fipsas, Federazione italiana Pesca sportiva e attività subacquee.
In questo percorso hanno attraversato usi, abusi, disusi, usi mancati e usi possibili del territorio. Hanno conosciuto persone, ascoltato storie e progetti; hanno raccolto e a volte coniato nomi di luoghi ancora da inscrivere sulle mappe. Tessendo così il primo filo di una rete con la quale provare a ricucire tante lacerazioni.
Prima tappa di questo progetto in progress sarà:
un’installazione audiovisiva, racconto della ricognizione della linea di costa tra Barletta e Bari attraverso fotografie, mappe e video presso l’acquario provinciale di Bari;
una tavola rotonda aperta alla cittadinanza per riflettere da diversi punti di vista disciplinari sulle emergenze del rapporto città-mare, alla Lega Navale di Bari.
Programma dell’incontro: Saluto di:
Marcello Zaetta, presidente Lega Navale Bari
Sebastiano De Feudis, assessore alle risorse del mare, Provincia di Bari
Vittorino Curci, Assessore alla cultura Provincia di Bari
Antonio Martino, Assessore alla Pubblica Istruzione Comune di Bari
Nicola Laforgia Assessore alle culture, Comune di Bari
Pasquale Bellini, direttore Accademia di Belle Arti di Bari
Presentazione progetto:
Lia De Venere, Marilena Di Tursi, Antonella Marino, curatrici Premio Gap
Lorenzo Romito, Pia Livia Di Tardo, coordinamento Stalker/ ON
Trac>k<, Osservatorio Nomade Bari: presentazione progetto Barilonga.
Interventi:
Dino Borri, docente urbanistica, Ingegneria, Politecnico di Bari:
Silvia Godelli, Ass. al Mediterraneo Regione Puglia
Peter Thomas Lang, architetto NY
Alessandro Laterza, editore
Pietro Marino, critico d’arte
Nicola Martinelli, docente urbanistica Facoltà di architettura, Politecnico di Bari
Cesare Pietroiusti, artista
Gianfranco Viesti, docente politica economica, Scienze Politiche, Università degli studi di Bari



Alle 13,30 seguirà un rinfresco nelle sale della Fipsas.